• Giovanna Gammino

Angel Cake al cioccolato

Aggiornato il: apr 14

Leggerissima, al cioccolato, ma senza sensi di colpa e... bon appétit!

Era da tanto che facevo il filo allo stampo per la Angel Cake (si usa anche per la Chiffon Cake) e mio marito Robi ci ha pensato, quindi ho ceduto alla tentazione di provare a realizzare questo famosissimo dolce scegliendo una versione al cioccolato, (siamo a San Valentino e il cioccolato è d’obbligo) contrariamente all’originalità della ricetta che la prevede bianco candido.

Diciamo che questa torta è conosciuta anche come Torta degli angeli Angel food Cake ha origini Britanniche ma appare per la prima volta nei ricettari di cucina americani già nel 1839.

Questa torta viene risulta in contrapposizione alla loro Devil’s Food Cake definita parecchio peccaminosa per la scelta dei ricchi ingredienti.

La mia Angel Cake invece pur essendo buonissima rimane leggera ed è completamente senza grassi quindi chiunque potrà mangiarne una fetta senza sentirsi troppo in colpa, inoltre essendo priva di latte e burro è indicata anche a chi soffre di intolleranze al lattosio.

La caratteristica di questa torta è la sua altezza, questo dipende dal fatto che una volta cotta, viene capovolta e lasciata raffreddare così, lo stampo di questo dolce infatti è previsto di piedini utili a fare fuoriuscire il vapore in questo modo di distende e diventa soffice e spugnosa, ecco perché è fondamentale avere lo stampo originale.

Ottima per una colazione leggera e proteica, buonissima anche con marmellata, crema di nocciole, bellissima anche decorata con la frutta fresca, gustala con una bella tazza di thé o caffé, mi saprai dire se ti è piaciuta, a me tantissimo.


Per realizzare questa ricetta ti servirà

360 g albumi 150 g zucchero (prima dose) 150 g zucchero (seconda dose) 5 g cremor tartaro 100 g farina 00 scorza grattugiata di un’arancia qb 12 g Amaretto (o liquore all’arancia Grand Marnier o una fialetta a piacere) 2 g sale polpa di 1 bacca di vaniglia o 1/2 cucchiaino da caffè di vaniglia in polvere

50 g di cacao amaro


Prepariamola insieme

Preriscaldate subito il forno a 180°, in modalità statica.

Monta gli albumi con il cremor tartaro e il succo di limone per un paio di minuti, io per fare questa operazione ho utilizzato la mia planetaria montando la frusta, ma se preferisci puoi utilizzare anche le fruste elettriche purché il risultato sia “a neve fermissima” non deve esserci più una goccia di liquido di albume. Aggiungi poi 200 gr di zucchero semolato poco alla volta e aumentate la velocità. La meringa deve diventare stabile e lucida.

Setaccia la farina, cacao più volte insieme a 100 gr di zucchero e aggiungi se vuoi un pizzico di sale, aggiungi le polveri poco per volta mescolando dal basso verso l’alto, unisci la vaniglia, l’amaretto e la scorza di limone.

Versa l’impasto nello stampo che non deve essere imburrato, riempendo la teglia fino a 3/4. Ti consiglio di non battere assolutamente lo stampo, altrimenti l’impasto si sgonfierà.

Cuoci a 180° per almeno 30/35 minuti, fai la prova dello stecchino prima di sfornare, poi lascia raffreddare lo stampo fuori dal forno dopo averlo capovolto. Una volta fredda, togli la torta dallo stampo aiutandoti con un coltellino per staccarla dalla teglia.

Se vuoi puoi decorare la tua angel food cake con lo zucchero a velo, con ganache al cioccolato e frutta fresca o se preferisci farcirla con una buona marmellata.

Il quadro nella foto qui sotto, è un mio ritratto realizzato da Roberto Furst.


53 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti