• Giovanna Gammino

Stracotto di manzo

Questo è un secondo dalla personalità molto decisa, un comfort food che conquisterà anche i palati più esigenti e golosi e... bon appétit!

Morbido profumato e succulento, ottimo da gustare nelle giornate fredde nel tepore di casa. Brasare è una tecnica di cottura antica che risale al Medioevo, si tratta di cuocere un pezzo di carne intero lentamente e a lungo ed è proprio questo il segreto per la riuscita di questo piatto.


Per realizzare questa ricetta ti servirà

800 gr di polpa di manzo a pezzo intero (o scamone)

1 costa di sedano (privata dei filamenti e tagliata a pezzetti)

2 carote di media grandezza (pelate e tagliate a pezzetti)

2 patate di media grandezza (pelate e tagliate a pezzetti)

1 cipolla pelata e tagliata a rondelle

2 chiodi di garofano

3/4 bacche di ginepro

1 rametto di rosmarino

2 foglie di salvia

noce moscata qb

brodo qb

500 ml di vino rosso secco (non mosso)

olivo evo

sale qb.


Prepariamola insieme

Metti a macerare la carne nel vino per una notte (pezzo intero) con tutte le verdure e le spezie, successivamente togli la carne dal vino e dalle verdure, asciugala, aggiungi sale e falla rosolare su tutti i lati con un po' d'olio evo usando un'altra pentola, aggiungi il vino e le verdure che hai tenuto da parte e cuoci lentamente per un'ora e mezza, qualora si asciughi il liquido, aggiungi brodo caldo.

È possibile realizzare questo piatto anche in pentola a pressione (dal fischio cuoci 30 minuti).

Una volta ultimata la cottura, togli la carne, fai freddare e taglia a fette, puoi decidere se frullare le verdure con il vino o lasciarle a pezzi, unisci la carne al sugo di vino e verdure, scalda bene prima di gustarla con una bella polenta bollente.


40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti