• Giovanna Gammino

Crostata alle mele di Biancaneve

Come in una favola, un dolce dal profumo paradisiaco e... bon appétit!


Di tutte le torte preparate finora, questa è l’unica che mi porta indietro nel tempo e quando la faccio, mi pare di essere tornata bambina quando mio papà mi raccontava le favole prima di dormire. La mia preferita era proprio quella di Biancaneve con la sua bella torta.

Se deciderai di realizzarla, ti accorgerai che poco dopo averla infornata si sprigionerà in tutta la casa un profumo paradisiaco di mele e cannella così buono e intenso che ti sentirai… in una favola.

Nella mia crostata, peraltro realizzata con una pasta frolla vegana croccantissima, in

alternativa alle fettine di mele, ho deciso di preparare una marmellata di mele veloce; vuoi sapere perché la chiamo “veloce”? Ho scoperto che piccole quantità di marmellata possono essere prodotte velocemente con l’aiuto del forno a microonde che riduce i tempi di cottura e conferisce un ottimo risultato, ma nulla ti vieta di farla con il metodo tradizionale o di comprarla già fatta. Ti garantisco però che se proverai questa mia ricetta non ti impegnerà più di 15 minuti e sarà facile come mangiare una mela (mi raccomando… controlla prima che non sia avvelenata!).


Per preparare questa ricetta ti servirà

Per la pasta frolla

500 g Farina 00

250 g Zucchero di canna

70 g Olio di semi

70 g Olio di oliva

130 g Acqua

1 bustina Vanillina

1 bustina Lievito in polvere per dolci

Tortiera diametro 28 cm

Per la marmellata di mele

3 mele grandi

3 cucchiai di miele millefiori

3 cucchiai di zucchero di canna

3 cucchiai di uvetta sultanina

3 mandarini spremuti

1 cucchiaino di cannella

2 fogli di colla di pesce (in alternativa puoi usare 1 cucchiaino di agar agar)


Prepariamola insieme

Per prima cosa facciamo la marmellata, sbuccia e taglia le mele grossolanamente e mettile in un recipiente idoneo alla cottura al microonde, aggiungi il succo dei mandarini, lo zucchero, il miele, l’uvetta e la cannella, mescola bene e cuoci nel microonde (io ho usato la massima potenza) per 8 minuti, poi mescola bene e cuoci ancora per 6 minuti, alla fine mescola e fai riposare.

Intanto metti a bagno 2 fogli di colla di pesce che successivamente devi sciogliere in 2 cucchiai di acqua bollente, appena diventerà liquida aggiungila alla marmellata e mescola bene, copri e lascia freddare il composto.

Se non deciderai di usarla subito, sterilizza i vasetti, riempili di marmellata bollente, chiudi bene il coperchio e metti i vasetti a testa in giù così si formerà il sottovuoto e potrai usarli anche in un secondo momento.

Ora occupiamoci della pasta frolla, io per comodità ho usato un’impastatrice planetaria, ma se preferisci puoi impastare anche a mano.

In un recipiente capiente sciogli lo zucchero nell’acqua, la vanillina, aggiungi l’olio d’oliva, quello di semi e otterrai un’emulsione, a questo punto aggiungi poco alla volta la farina e il lievito entrambi setacciati, impasta finche il panetto non sarà omogeneo, copri con pellicola e metti in frigo a riposare almeno 2 ore (io l’ho lasciata in frigo tutta la notte e cotta il giorno dopo ed era buonissima e croccante).

Trascorso il tempo, prendi il panetto e dividilo in due, così una volta steso potrai ottenere due cerchi (diametro 30 cm) che ti serviranno uno per la base e l’altro per la copertura della torta.

Quando stendi la pasta, lavora mettendo la prima metà del panetto tra due fogli di carta forno così non si attaccherà, fai la stessa cosa anche con la seconda metà.

A questo punto hai ottenuto due bei cerchi diametro 30 cm di pasta frolla dello spessore di circa 1 mm, fodera lo stampo con carta forno e metti il primo cerchio di pasta all’interno per fare la base facendolo aderire bene nel fondo e nei bordi, ora stendi la marmellata che hai preparato su tutta la superficie della pasta, a questo punto copri con il secondo cerchio di pasta e sigilla il bordo.

A me era avanzato un piccolo pezzetto di pasta frolla che ho utilizzato per le decorazioni.

Pennella con acqua e cospargi la superficie con poco zucchero di canna, cuoci in forno statico 180 gradi per mezz’ora (o 165 gradi forno ventilato) ma la cottura dipende dal tuo forno quindi dopo mezz’ora controlla.

Trascorso il tempo sforna e appena tiepida la prova assaggio è d’obbligo.

21 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti