• Giovanna Gammino

Involtini di pollo gustosi con cuore tenero alle prugne

Aggiornamento: 21 gen

Ogni morso è un'esplosione di tenerezza e sapore e... bon appétit!

Hai presente quei giorni in cui apri il frigo e trovi insieme all’eco, qualche fetta di petto di pollo che ti fa un po’ di tristezza e pensi: “Aiuto… il solito pollo…” facendoti scappare la voglia di mangiarlo?


Ebbene, oggi provo a farti cambiare idea.


Quel giorno, infatti, ho deciso che avrei cercato un modo alternativo di gustare questa carne che non fosse alla piastra, o a cubetti etc… peccato che il frigo fosse vuoto o quasi.


Pochi elementi tra i quali qualche rametto di rosmarino, un limone, e qualche prugna secca denocciolata (che a dirti la verità … queste ultime, le avevo dimenticate in frigo da qualche tempo).


A quel punto, della serie “La necessità aguzza l’ingegno” ripensando ad un piatto della cucina marocchina mangiato qualche tempo fa ho deciso di abbinare questi ingredienti e il risultato mi ha piacevolmente conquistata.


Ora gli involtini di pollo con cuore tenero alle prugne li considero un secondo davvero profumato e gustoso apprezzato da tutti (la scarpetta finale è d’obbligo).


Il cuore morbido e agrodolce delle prugne dona al pollo tenerezza e sapore, se vuoi puoi accompagnare questi involtini con un contorno di patate arrosto (che siano abbondanti perché si sa che le patate non bastano mai), cous cous oppure una bella porzione di profumato riso basmati.


La scelta del taglio pollo può spaziare, petto, cosce o anche a pezzi, io per una questione di disponibilità ho optato per il petto, ma tu se preferisci puoi utilizzare altre parti. In questo caso considera che le prugne non sono un riempimento ma un accompagnamento con il fondo di cottura della carne aggiungendole a metà cottura.


A questo punto, preavvisa tutti perché tra mezz’ora è pronto in tavola, in arrivo una succulenta bontà, mentre vieni con me in cucina e iniziamo a prepararla insieme.


Per preparare questa ricetta ti servirà

(per 4 persone)

4 fette di petto di pollo battute bene (in modo che risultino belle larghe)

4 rametti di rosmarino

4 rametti di timo

Qualche prugna secca denocciolata (la quantità dipende dalla grandezza dell’involtino)

Vino bianco qb

Sale qb

Pepe qb

Olio evo qb

Brodo vegetale

Spago da cucina

Buccia di limone grattugiata.


Prepariamola insieme

Partiamo con la preparazione della carne.

Prendi le fette di carne, mettile tra 2 fogli di carta forno, e dolcemente pressale in modo da allargarle il più possibile (ma fai attenzione a non romperle), se preferisci questa operazione puoi richiederla anche al tuo macellaio di fiducia.


Successivamente adagia le prugne una accanto all’altra per tutta la lunghezza della fetta, aggiungi sale, pepe, la buccia grattugiata del limone (solo la parte gialla) arrotola bene aiutandoti con la carta forno e chiudi bene utilizzando lo spago da cucina ricordandoti di inserire anche i rametti di timo e rosmarino.


Prendi una pentola con fondo antiaderente, copri il fondo con l’olio e quando è ben caldo, fai rosolare gli involtini su tutti i lati, quando saranno ben dorati, sfuma con il vino bianco (o se preferisci va bene anche il succo di limone) e cuoci coperto per un totale massimo di mezz’ora (se durante la cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungi brodo vegetale) e a questo punto…. chiama tutti perché questa volta è pronto davvero!






9 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti